ACIDO IALURONICO

Tutto quello che avresti voluto sapere:

 

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi dell’uomo e costituisce uno dei principali componenti della matrice extracellulare.

Le sue proprietà chimico-fisiche, ed in particolare la sua capacità di legare un elevato numero di molecole di acqua, conferiscono all’acido ialuronico un ruolo sia funzionale che strutturale.

L’acido ialuronico è infatti una sostanza che ha un doppio uso, medico ed estetico: a livello estetico interviene nella correzione delle rughe, conferisce tono alla pelle e corregge altre imperfezioni estetiche, a livello medico è in grado di lubrificare le articolazioni migliorandone la motilità, se iniettato localmente.

L’acido ialuronico come abbiamo detto, è dunque naturalmente presente nel nostro corpo: nella pelle, nelle cartilagini, negli occhi, nei tendini e nel liquido sinoviale, questo lo rende un prodotto adatto a tutti e naturalmente anallergico.

E’ di fondamentale importanza nella pelle, in quanto interviene nella sua idratazione e tonicità, conferisce elasticità ai tessuti, contrastando la comparsa di rughe ed il rilassamento della pelle. Purtroppo questa preziosa sostanza, già presente nel nostro corpo, tende a diminuire con l’invecchiamento.

Più precisamente questa molecola interviene:

  • Nella rigenerazione dei tessuti, con particolare riferimento alle ustioni, ulcere in fase di guarigione, smagliature;
  • Nella protezione del danno ossidativo delle cellule e della matrice extracellulare, rallentando il crono-invecchiamento;
  • Nel mantenimento delle caratteristiche fisiche e funzionali di tessuti di sostegno come cartilagini e tendini, pelle, liquido sinoviale e pareti vascolari.

                                                        

La diminuzione di acido ialuronico induce alla perdita di tonicità, comparsa di rughe e ad una rapida progressione dei segni dell’invecchiamento cutaneo.

L’invecchiamento cutaneo è un processo biologico molto complesso che può essere suddiviso di due differenti meccanismi:

  • Uno legato alla fisiologica degenerazione cellulare, (indotta dall’invecchiamento) che vede come principali protagonisti da un lato il graduale cambiamento dell’equilibrio ormonale e dall’altro l’azione lesiva dell’ossigeno;
  • Uno determinato dall’esposizione alle radiazioni ultraviolette (foto invecchiamento), da fattori fisici, termici e chimici.

Dobbiamo quindi sapere che, trattandosi di un processo fisiologico, con il passare degli anni è inevitabile che avvenga una graduale diminuzione della quantità di acido ialuronico endogeno. Con velocità e quantità diversi a seconda delle caratteristiche genetiche di ciascun individuo.

COME AVVIENE L’INTEGRAZIONE CON ACIDO IALURONICO nella medicina Antiaging?

L’acido ialuronico è un componente fondamentale che può conferire resistenza e plasticità alla pelle, questo lo rende un grande alleato della bellezza, in quanto l’integrazione di questa sostanza contribuirà a rendere il nostro aspetto anche più giovane e fresco.

L’acido ialuronico contrasta l’alterazione fisica dei tessuti indotta dal crono-invecchiamento ed al contempo aiuta a conservare una buona funzionalità della barriera protettiva dei tessuti.

L’integrazione di acido ialuronico sotto forma di filler, oltre a conferire un aspetto più giovane e tonico immediato, restituisce alla pelle una nuova fonte di nutrienti utili alla sua conservazione, ritardandone quindi l’invecchiamento e prevenendo la comparsa di rughe.

Per coadiuvare i trattamenti di filler di acido ialuronico è consigliabile l’integrazione sia cosmetica che dietetica con creme, sieri ed integratori a base di acido ialuronico.

Per saperne di più visita la nostra pagina dedicata alla cosmesi antiaging:  https://victoriamedicalcenter.it/cosmesi/